Edit Translation
Chiamaci: +39(0)122.851910
+39 393.9597806

ITINERARI ED ESCURSIONI

Oltre agli itinerari e alle escursioni già noti perché pubblicati in diversi libri e proposti normalmente, Vi proponiamo tre itinerari inediti che potrete facilmente fare partendo da Beaulard.

PRIMO ITINERARIO

PARTENZA DAL PASSAGGIO A LIVELLO DI BEAULARD mt. 1100

Seguendo la strada che porta al Vecchio Mulino si prosegue fino a giungere di fronte ad un pilone votivo dedicato alla Vergine Maria. Sulla sinistra imboccate il sentiero che sale verso Puys Beaulard dove potrete vedere splendidi esemplari di pino silvestre misti ad abete rosso, che offrono un ottimo riparo a caprioli e cervi. Giunti all’abitato di Puys (mt. 1496 s.l.m.), Vi invitiamo a visitare il tipico borgo, le sue fontane, il vecchio forno comunale, le caratteristiche abitazioni in stile Burgundo (Blockbau) e la chiesa di San Giovanni. Proseguite sulla strada carrozzabile del Colomion fino a giungere alle grange Gips; qui potrete ammirare uno splendido panorama sulla valle e, con un po’ di fortuna, incontrare qualche capriolo. Per il ritorno, dalle grange cercate il sentiero che scende verso sinistra, s’inoltra all’inverso nel bosco e passa vicino alle grange Burs, proseguite in discesa nella pineta per giungere così sulla strada del Vecchio Mulino che porta a Royeres, svoltate a destra e proseguite fino al punto di partenza.

SECONDO ITINERARIO

PARTENZA DALLA PIAZZA SAN GIUSTO, SOTTOSTANTE LA CHIESA DI SAN MICHELE ARCANGELO MT. 1216

Prendete il sentiero che sale sulla sinistra seguendo l’indicazione Rifugio Guido Rey, proseguite lungo la mulattiera, in un bosco fresco e misto (larici e abeti). Salendo, attraverserete le vecchie piste da sci della ex stazione sciistica di Beaulard. Giunti al Rifugio Guido Rey (mt. 1761), proseguite verso destra, seguendo le indicazioni “San Giusto” per circa 200 mt. Da questo punto, inoltratevi nel bosco e seguite il sentiero che porta alla cappella dedicata a S. Giusto e S. Flavio in ricordo del martirio subito dai Santi perseguitati dai Saraceni nel 900. Secondo la leggenda, l’acqua che sgorga dalla fonte sotto la roccia, oltre ad essere pura e fresca, possiede poteri miracolosi. Proseguite lungo il sentiero e al bivio prendete a destra, dove incontrerete il pilone votivo dedicato a San Lorenzo (mt. 1827) e, più in basso, la cappella di Santa Chiara (mt. 1680). Giungete così alle Grange di Refour (mt. 1483), dove Vi invitiamo ad una breve sosta con visita alla Chiesetta dedicata ai Santi Cosma e Damiano. Subito all’uscita del paese, troverete il sentiero che Vi porterà al punto di partenza. Non dimenticate di visitare la Chiesa di San Michele Arcangelo del XI secolo a Beaulard.

CURIOSITÀ: Il Bosco di San Giusto, a monte della frazione Refour a Beaulard, già considerato sacro in epoca pre-cristriana, ospita un nucleo di larici di età imprecisata ma sicuramente superiore a 600 anni. Tra questi, spicca per l’aspetto contorto e tormentato il larice dove si dice che trovò rifugio San Giusto per osservare il saccheggio dell’Abbazia di Oulx, ad opera dei Saraceni, prima dell’anno 1000.

TERZO ITINERARIO

PARTENZA DA PUYS BEAULARD Mt. 1496

All’uscita del paese di Puys, al primo bivio, prendete il sentiero sulla sinistra in direzione della Cappella della Madonna della Sanità (mt. 1922). Salite lungo il sentiero, dove attraverserete un lariceto, potrete apprezzare un vario sottobosco con fragole, lamponi, ecc., incontrerete un boschetto di ontani verdi misto a rododendri che offrono la loro fioritura a fine giugno, oltre che un riparo per i galli forcelli. Giunti in prossimità della Cappella detta della “Santè” (mt.1922) per le sue origini occitane, potrete scegliere di proseguire verso le grange Soullier (mt. 2017) o dirigervi verso il passo della Sanità (mt.2629). Giunti alle grange del Soullier, dove il tempo sembra sospeso, troverete una margaria dove è possibile acquistare il formaggio prodotto in loco. Dirigetevi infine sulla carrozzabile del Colomion per ridiscendere verso Puys Beaulard.

 

Gli itinerari sopra descritti vanno affrontati in sicurezza (cartina, bussola, scarponcini, ecc.). È possibile essere accompagnati su questi ed altri itinerari in Alta Valle dagli Accompagnatori Naturalistici contattando il Gruppo Guide Natura al seguente numero: 333/9392040.

Traduzione


 Edit Translation